4 mezzi di trasporto elettrici che non conoscevi

Per ridurre l’inquinamento atmosferico e non dover aspettare per ora in coda in auto o sui mezzi pubblici, una buona idea è quella di munirsi di uno dei tanti mezzi di trasporto elettrici disponibili sul mercato.

Molto diffusi in particolare negli Stati Uniti, sono da poco sbarcati anche in Italia: non è raro, infatti, avvistarne nelle grandi città come Milano o Roma. I vantaggi di possederne almeno uno sono molti: per guidarli non serve la patente, sono comodi e leggeri, riducono il traffico e, quindi, anche l’inquinamento atmosferico.

Se anche tu vuoi acquistarne uno, di seguito te ne suggeriamo ben 4 che sicuramente non conoscevi.

Mezzi di trasporto elettrici: skateboard elettrico

Il primo mezzo di trasporto elettrico utile per destreggiarsi con facilità nel traffico urbano è lo skateboard elettrico. Molto diffusi in particolare negli Stati Uniti, sono da poco sbarcati anche in Italia: non è raro, infatti, avvistarne nelle grandi città come Milano o Roma.

Come lascia intendere il nome, si tratta della versione adulta del classico skate con cui tutti abbiamo giocato da ragazzi. In pratica, questo skateboard funziona tramite elettricità, e la sua velocità può giungere sino a quasi 40 km orari. Lo skate elettrico viene manovrato mediante un apposito telecomando oppure, per i modelli più moderni, anche grazie allo spostamento del peso mediante dei sensori integrati.

Una volta ricaricato ha un’ottima autonomia: la sua batteria, infatti, può durare anche per molti giorni. Inoltre, questi skateboard possono essere collegati ad una apposita app grazie alla quale regolare varie caratteristiche come velocità, modalità di guida, ecc.

Monopattino elettrico

Sbarcato da qualche tempo anche in Italia, il monopattino elettrico è talmente apprezzato che potrebbe, in breve tempo, sostituire le automobili. Si tratta di un normale monopattino che funziona ad elettricità.

È facile da utilizzare e, proprio per questa ragione, può essere utilizzato non solo dai più giovani, ma anche da adulti e persino dalle persone anziane.

Una volta caricato per almeno 8 ore il monopattino elettrico ha un’ottima autonomia, e anche qualora si scaricasse è sufficiente semplicemente collegarlo alla presa elettrica per ricaricarlo velocemente.

Bicicletta pieghevole elettrica

Il mezzo di trasporto elettrico più amato e utilizzato nel nostro Paese è la bicicletta elettrica. Si tratta, appunto, di una bicicletta dotata di un motore elettrico e che per muoversi non necessita, come nella versione tradizionale, della spinta sui pedali da parte del ciclista.

A seconda della batteria di cui è dotata, una volta ricaricata può percorrere dai 30 ai 180 km e può raggiungere anche i 20 km/h. Facile da utilizzare, nella versione pieghevole può essere facilmente richiusa e trasportata ovunque si voglia.

Scooter pieghevole

Lo scooter pieghevole è un classico scooter che, una volta richiuso, si trasforma in una sorta di trolley che può essere trasportato anche in auto. Molto leggero e pratico, una volta ricaricato ha una autonomia di quasi 30 km, ed è comodo da montare perché dotato di un sellino ammortizzato.

Esistono vari modelli di scooter pieghevole: da quello classico utilizzato da anziani e disabili per i loro spostamenti, a quelli più moderni che possono essere utilizzati da tutti.

Recentemente ne è stato ideato uno, chiamato Kobot, che può essere comandato anche con il cellulare. In generale, comunque, quasi tutti presentano ruote rinforzate, che consentono di usarlo anche su terreni dissestati, e una serie di comandi per aumentare o diminuire la velocità.

I modelli più sofisticati sono dotati anche di ulteriori optional aggiuntivi, come il freno a pedale ed il motore potenziato.