Come pulire il cruscotto dell’auto?

Come pulire il cruscotto dell’auto?

Non sai come pulire il cruscotto dell’auto? Se vuoi, puoi risparmiare un po’ di soldi nella pulizia della tua macchina: invece di portarla in autolavaggio, infatti, puoi fare tutto da solo a casa. Se decidi di pulire in autonomia la tua automobile, devi prestare molta attenzione al cruscotto, che è molto delicato e va quindi pulito con cura, utilizzando particolari accortezze per evitare di danneggiarlo.

Come pulire il cruscotto dell’auto da soli

Se vuoi sapere come pulire il cruscotto dell’auto da solo, per prima cosa devi aprire le portiere dell’auto per qualche minuto, di modo da far passare un po’ di aria pulita. Con un panno in micro fibra leggermente inumidito con dell’acqua o con apposito piumino a setole morbide rimuovi bene tutta la polvere. Spruzza quindi un detergente e, con un altro panno, pulisce bene il cruscotto. Utilizza uno spazzolino per le fessure (come ad esempio quelle del ventilatore, dell’autoradio o tra i vari pulsanti della plancia), dove si annida più sporco e polvere. Applica, infine, un apposito prodotto protettivo per evitare la formazione di polvere e di macchie di sporco, meglio ancora se dotato anche di filtri anti-UVA/UVB. I filtri, infatti, evitano che i delicati materiali della plancia possano rovinarsi a causa della luce del sole.

Quale detergente scegliere

La scelta del giusto detergente per la pulizia del cruscotto è davvero fondamentale, e dipende principalmente dal materiale con cui è realizzato. Il primo consiglio per la sua scelta è quello di evitare sempre quelli a base di cera. Nonostante, infatti, appena utilizzata crei un bell’effetto visivo, questo prodotto rende tuttavia difficile la pulizia la volta successiva. Se il cruscotto dell’auto è in radica, o comunque in materiale pregiato, è bene orientarsi su un prodotto specifico per la pulizia della pelle o del legno. In mancanza, andrà benissimo anche un latte detergente per il viso, meglio ancora se delicato e realizzato con ingredienti naturali. Se, invece, il cruscotto è realizzato in gomma dura è, invece, più indicato un panno antistatico, che consente di pulire la gomma senza ungerla.

Detergente fai da te

Se nessun detergente disponibile sul mercato ti convince o se, invece, l’hai finito ma non hai tempo o possibilità di andare ad acquistarlo, puoi preparane uno da solo, utilizzando alcuni semplici ingredienti che hai già in casa. Per prepararlo ti basterà, infatti, mischiare in una ciotola una tazza di acqua, il succo di mezzo limone, mezzo bicchiere di aceto di vino bianco ed un cucchiaino piccolo di olio extravergine di oliva. Mischia con cura il tutto e trasferiscilo, tramite un imbuto, all’interno di un contenitore spray, e agitalo bene prima di spruzzarlo. Esiste anche una variante di questo detergente più delicata, cioè quella realizzata mescolando assieme nell’acqua una tazza di bicarbonato con mezza tazza di sapone liquido neutro. Tieni presente, comunque, che entrambi questi detergenti fai da te non sono indicati per la pulizia del cruscotto in pelle o in legno, in quanto l’acidità di alcuni ingredienti potrebbero opacizzarne e rovinarne il materiale. Per questi materiali, infatti, è meglio orientarsi verso prodotti specifici, per evitare che possano macchiarsi e rovinarsi.