Basta bugie, ecco i nuovi dispositivi anti-menzogna

Basta bugie, ecco i nuovi dispositivi anti-menzogna

Per certi versi, dire una bugia sembra facile. Basta essere creativi, diretti e naturali. Ogni cosa che diciamo può suonare reale e giusta – come la verità! Ma a controbattere questo esistono le macchinette che possono rilevare se stiamo dicendo una bugia. E’ tutto finito?

Non proprio. Negli anni, è stato svelato che usare questi dispostivi non ci porta a scovare le bugie. Purtroppo, diversi trucchi sono stati ideati proprio per evitare di farsi beccare e come tale ha reso questi aggeggi piuttosto imprecisi. Fatto sta che la tecnologia comunque non si ferma mai, e negli anni recenti c’è stato un boom molto particolare, ovvero quello delle IA.

Bugiardi di tutto il mondo, è ora di affrontare EyeDetect

Il sistema EyeDetect è in fase di adozione nelle forze dell’ordine all’estero per un buon motivo: è in grado di capire se stiamo dicendo una bugia basandosi sulla dilatazione del nostro occhio e dai piccoli impercettibili comportamenti del nostro volto. Rispetto alle normali macchinette svela-menzogne, la precisione di questo sistema è sull’86%. Basta avere la telecamera pronta e l’intelligenza artificiale a disposizione.

Il sistema AVATAR

Ma non è finita qui, c’è attualmente qualcosa di più esclusivo e si chiama AVATAR. Questo sistema ora in uso in certe guardie di confine permette di monitorare non solo il nostro volto, ma anche tutti i nostri movimenti. Gesti, espressioni, qualsiasi cosa che può essere registrato quando ci viene posta una domanda. Ed è tutto automatico: se i nostri movimenti risultano essere sospetti, viene segnalato il tutto ad un agente che ci scorterà per fare qualche domanda più approfondita. Un po’ esagerato? Può darsi, ma in certe condizioni può salvare molte vite.

Conclusione

Il mondo va avanti, e così anche i mezzi di sicurezza a disposizione delle forze dell’ordine. Qui in Italia solo di recente abbiamo iniziato ad inserire la potenza dell’IA sulle autovetture della polizia e simili, ma per quel che riguarda gli altri campi…beh, siamo molto ben pronti!